Fondazione Umberto Veronesi per la scuola

The Future of Science 2014
Pubblicato il 22 settembre 2014
L’accesso a cibo e acqua sono considerati diritti universali dalla Carta dei Diritti Umani della Nazioni Unite. Eppure oltre un miliardo di persone sulla Terra non ha accesso ad acqua pulita e soffre di denutrizione. La scarsità di cibo è la causa della maggior parte delle morti al mondo per malattia; la lotta per l’approvvigionamento a fonti di acqua pulita è una delle maggiori cause di conflitti armati. Di contro, le nazioni ricche del pianeta, che rappresentano una piccola parte dell’umanità, si trovano ad affrontare l’altro lato della medaglia della malnutrizione: l’eccesso di cibo e lo sviluppo dell’obesità, diventata una vera e propria epidemia con gravi conseguenze sulla salute.
Con l’aumentare della popolazione mondiale, la risoluzione di questi problemi e una più equilibrata ridistribuzione delle risorse alimentari non è solo un imperativo morale, ma rappresenta l’unica strada per uno sviluppo sostenibile e per la sicurezza a livello mondiale.
La scienza e la tecnologia, se utilizzate con saggezza, possono apportare contributi essenziali alla via della risoluzione, guidando l’implementazione di soluzioni per assicurare a tutti sufficienti cibo e acqua pulita.
Questi i temi affrontati durante la decima edizione di The Future of Science  “The eradication of hunger”, che sono stati approfonditi da eccellenti relatori competenti in diverse aree: cambiamenti climatici e desertificazione, agricoltura sostenibile, aumento esponenziale nel consumo di cibi di origine animale e patologie correlate (ad esempio diabete, obesità e malattie cardiovascolari), sicurezza e salute alimentare, ingegneria genetica e piante, implicazioni economiche, etiche e politiche.
Numerosa è stata anche la partecipazione degli Istituti Scolastici, degli oltre 700 partecipanti ben 300 sono studenti meritevoli, provenienti da tutta Italia, per un totale di 27 Licei.
Meritano un particolare riconoscimento, per aver partecipato a tutte e 3 le giornate della conferenza, il Liceo Agnesi e il Liceo Marconi di Milano, i docenti dell’ITAS Selmi di Modena, il Liceo Novello di Codogno e i 17 licei provenienti dall’Emilia Romagna che anche quest’anno, capitanati dal Prof. Carlo Bucci, si sono presentati con la bellezza di 100 studenti e 17 docenti accompagnatori.

Guarda cosa pensano i ragazzi di "The Future of Science" degli OGM