Fondazione Umberto Veronesi per la scuola

"Bambini Centenari"

Un progetto di rivisitazione del concetto di mensa scolastica e creazione di una cultura della sana alimentazione, giustificata da solide basi scientifiche, rivolto a bambini, genitori e docenti del Comune di Monteprandone.
Primaria Secondaria I grado

tag: Salute
Il Comune di Monteprandone ha scelto di costruire un progetto, il collaborazione con Fondazione Veronesi, che possa ripensare il concetto di mensa scolastica e creare una cultura dell’alimentazione radicata e giustificata su solide basi scientifiche.
 
Gli obbiettivi specifici di tale progetto sono:
1) Cambiamento culturale dell’approccio all’alimentazione da parte dei bambini e delle famiglie di Monteprandone;
2) Ideazione di un “menù della salute”/”menù della prevenzione” motivato da basi scientifiche.
 
Per raggiungere questi importanti obiettivi non è solo la mensa scolastica a dover cercare di modificare la propria proposta. L’alimentazione dei bambini è gestista in parte dalla Scuola (pranzo in mensa) ma in parte dalla famiglia (colazione, merende, cena). 
A tal proposito interviene su operatori della mensa scolastica, genitori e docenti.
 
Pertanto, Fondazione Umberto Veronesi si occuperà di: 
  1. creare una lista di ingredienti che la mensa scolastica dovrà proporre settimanalmente ai bambini. Obbiettivo: modificare la proposta alimentare della mensa scolastica;
  2. realizzare e pubblicare una versione ad hoc del quaderno di Fondazione “La salute in tavola. Speciale infanzia ed adolescenza"; Obbiettivo: creare uno strumento di informazione per le famiglie, i bambini e i docenti.
  3. costruire, all'interno del suddetto quaderno, un questionario di autovalutazione sulle abitudini alimentari delle famiglie che sarà consegnato a tutte le famiglie di Monteprandone con figli che frequentano la Scuola (dall’ultimo anno di scuola dell’Infanzia fino al terzo anno di scuola secondaria di 1° grado). Obbiettivo: fornire alle famiglie uno strumento utile per individuare i punti più critici delle abitudini alimentari emerse ed intervenire in modo conforme alle indicazioni contenute nel progetto.
  4. pianificare una serie di incontri tra l’esperto nutrizionista di Fondazione con gli operatori della mensa scolastica (per condividere e creare il nuovo menù della mensa scolastica sulla base degli ingredienti suggeriti da Fondazione), genitori (per diffondere la cultura della sana alimentazione e spiegare le argomentazioni scientifiche che sono posti alla base dei menù suggeriti), docenti di riferimento (un docente per ogni classe, che a propria volta si proporrà di educare ed informare i bambini mediante attività che saranno svolte in classe, legate ai principi della buona alimentazione). Obbiettivo: formare i soggetti coinvolti cerando di aumentare la consapevolezza dell’importanza della corretta alimentazione per prevenire alcune patologie.
Il progetto, partito nel 2015, prevede la realizzazione del quaderno, del questionario e degli incontri nei primi mesi del 2016 ed un'attività di monitoraggio nel 2017.